GLI

Attese le indicazioni della  Circolare Direttiva Ministeriale 27 dicembre 2012 “ Strumenti di intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica“ e della   Circolare applicativa n.8 del 6 marzo 2013,  che prevedono l’estensione dei compiti  del GLHI  alle problematiche relative a tutti  gli alunni con  BES, e la conseguente necessità  di dover integrare i componenti del GLHI con ulteriori risorse specifiche, Il GLHI ( già comprensivo, tra gli altri membri,  delle  figure  delle Funzioni Strumentali alunni in situazione di handicap e  POF) viene integrato ulteriormente  con la figura del Referente /Funzione Strumentale alunni  con DSA ed altri tipi di disturbi (deficit del linguaggio, dell’attenzione e dell’iperattività, ritardo mentale lieve e ritardo maturativo, ma anche altre tipologie di deficit o disturbo, quali la sindrome di Asperger, non altrimenti certificate-c.d. funzionamenti intellettivi limite) e alunni con  BES di natura socio-economica-culturale e/o linguistica, assumendo il nome di GLI ( Gruppo di Lavoro per l’inclusione).

 

 

 

GLI

a.s.

2015-16

Il Gruppo di lavoro è costituito dai seguenti componenti:

• la Dirigente Scolastica   prof. ssa Albarosa Macrì 

o il suo collaboratore vicario, prof. Biagio De Francesco;

• il docente referente funzione strumentale per la disabilità nella scuola 

prof.ssa Antonietta Salerno;

·  il docente referente funzione strumentale per gli alunni con DSA e alunni con  BES di natura socio-economica-culturale e/o linguistica 

prof.ssa  Anna Maria Di Bella

• I rappresentanti dei  Docenti di sostegno operanti nell'Istituto:

 proff. Damiano Mangia, Lorenza Lops;

• i rappresentanti dei docenti curriculari:

 proff. Rosaria De Pascalis, Gabriella Sansonetti;

• i rappresentanti dei genitori degli alunni BES

sigg. Anna Patera e M.Rosaria Lepore

• gli  operatori sanitari ASL coinvolti nei progetti formativi degli alunni:

Dott.ssa Licia Caroppo ( psicologa) e Assunta Papadia ( Ass. Sociale)

 

Il GLI  svolge  i seguenti COMPITI:

1) Rilevazione dei BES presenti nella scuola tramite l’operato dei docenti Referenti per alunni h, alunni con DSA ed altri disturbi specifici ed alunni con BES derivante dalle situazioni di svantaggio socio-economico-culturale e linguistico;

2) Raccolta e documentazione degli interventi didattico-educativi posti in essere anche in funzione di azioni di apprendimento organizzativo in rete tra scuole;

3) Focus/confronto sui casi, consulenze e supporto ai colleghi sulle strategie/metodologie di gestione delle classi;

4) Rilevazione, monitoraggio e valutazione del livello di inclusività della scuola;

5) Raccolta e coordinamento delle proposte formulate dai singoli GLH Operativi sulla base delle effettive esigenze, ai sensi dell’art. 1, c. 605, lettera b, della legge 296/2006, tradotte in sede di definizione del PEI come stabilito dall'art. 10 comma 5 della Legge 30 luglio 2010 n. 122 ;

6) Elaborazione di una proposta di Piano Annuale per l’Inclusività (PAI) riferito a tutti gli alunni con BES, da redigere al termine di ogni anno scolastico (entro il mese di Giugno).

7) Adattamento del PAI nel mese di settembre alle risorse effettivamente assegnate alla scuola e proposizione al Collegio.

8) Raccordo con i CTS, i servizi sociale e sanitari territoriali per l’implementazione delle azioni di sistema ( formazione, tutoraggio, progetti di prevenzione, monitoraggio ecc.).

 

A tale scopo, il Gruppo, che si riunisce almeno due volte all’anno, procede ad una analisi dei punti di forza e delle criticità degli interventi di inclusione scolastica operati nell’anno appena trascorso e formula un’ipotesi globale di utilizzo funzionale delle risorse specifiche, istituzionali e non, per incrementare il livello di  inclusività generale della scuola nell’anno successivo. Il Piano Annuale di Inclusione (PAI) sarà quindi discusso e deliberato in Collegio dei docenti (fine giugno) ed inviato ai competenti Uffici dell’USR  per la richiesta di organico di sostegno e alle altre istituzioni territoriali come proposta di assegnazione delle risorse di competenza.